Elenco schede


Pygocentrus nattereri

(Piranha dal ventre rosso)
Articolo e foto di Franco e Mattia Pasqualetti


Una sera di novembre, mentre ero con mio figlio in cerca di un negozio di acquariofilia fu quella la prima volta che vidi i famigerati piranha,quei piccoli, ma terribili pesci che si vedono solo nei film, o nei documentari alla tv che sbranano qualsiasi cosa che gli capiti sotto i denti e che non lasciano neanche le ossa delle loro prede. Subito iniziai a fare domande al negoziante su come poterli tenere in acquario, cosa mangiano e quanto costavano(dai 10 ai 12 euro). a iniziamo a conoscerli meglio questi piranha.

visto da vicino Vita in natura e caratteristiche principali: il Pygocentrus nattereri, detto piranha dal ventre rosso (dall'unione di due termini delle tribù sud americane pirà = pesce e shana o rhana =denti) è fra le tante specie di piranha, quella più pericolosa, avendo anche una pessima fama come divoratore di uomini. Le famiglie carnivore si dividono in due gruppi: i Serrasalmus e i Pygocentrus. Le specie Serrasalmus sono S.rhombeus, S.spilopleura, S.elongatus, S.manueli, S.eigenmanni, S.irritans, S.spilopleura maculatus, S.gery, S.medinai, S.brandtii. I Pygocentrus invece sono quattro: P.nattereri, P.cariba, P.nattereri ternetzi e P.piraya.
Tutte queste specie carnivore di piranha popolano i fiumi e i bacini del Sud America, nelle zone più a nord e centrali del continente. Il loro habitat naturale è composto da acque abbastanza profonde, spesso piene di piante o tronchi caduti che i pesci usano comer rifugio in caso di pericolo . Anche se a prima vista non sembrerebbe i piranha, come altri Caracidi, sono pesci molto schivi e paurosi, e amano stare in acque un po' torbide dove si rifugiano e si mimetizzano meglio.
I Pygocentrus nattereri raggiungono mediamente i 15-20 centimetri di lunghezza, con punte di 40; tuttavia alcune specie di serrassalmidi, come il piranha nero, possono arrivare a toccare il metro e pesare più di 7 chili (fortunatamente questa specie e solitaria e non attacca facilmente!). Sono pesci con una colorazione poco vivace sul dorso e ai fianchi, ma il nattereri sul ventre e su alcune pinne risulta vivacemente colorato di un rosso acceso.
Questa specie vive in branco e presenta una pessima abitudine in caso di carenza di cibo: il cannibalismo; si mangiano tra loro, uccidendo i membri più giovani, o quelli feriti. Per cacciare e scovare le prede fanno come gli squali, usano dei sensori che captano ogni minuscola particella di sangue nell'acqua e appena la percepiscono, si danno subito all'attacco contro la preda da cui esce il sangue e mordono, staccano e sbranano carne così velocemente che in circa 5-10 minuti non rimane quasi niente della vittima uccisa.

particolare della vasca L'acquario: essendo pesci che crescono velocemente (circa mezzo centimetro al mese) è necessario un acquario con dimensioni adeguate alla loro grandezza. Grosso modo vale la regola di 1cm per 2 litri d'acqua, quindi per esempio come in questo caso, per i 4 piranha di circa 11 cm che abbiamo sarà necessario un acquario di circa 90 litri o molto meglio più grande. Per l'arredo non vi consiglio di mettere troppe piante perché quando cominciano a crescere un po' inizieranno a distruggere quelle che sono di troppo per problemi di spazio. Mi raccomando di mettere almeno due o tre nascondigli (come radici di mangrovie, massi abbastanza grandi, piante a foglia larga etc….) essendo animali timidi come ho già specificato prima e di non mettere statuine tipo galeoni sommersi, cocci o anfore varie, ricreando un ambiente più naturale e selvaggio. Non pulire troppo i vetri dalle alghe verdognole che si attaccano ad essi, sempre per far nascondere i piranha e per farli sentire più sicuri. Sono pesci molto resistenti quindi non importa mettere dell'acqua specifica, basta tenere in un secchio o in una tanica acqua di rubinetto a declorare per circa 24 ore e cambiarla (25%) ogni 3-4 settimane. Molto importante è di NON mettere assolutamente altri tipi di pesci insieme a i nostri beniamini perché faranno di sicuro una brutta fine.

Alimentazione: i piranha sono animali carnivori, ma non necessitano di cibo vivo. Vanno nutriti almeno 2 volte al giorno per 4-5 giorni a settimana e bisogna ricordarsi sempre di dar loro da mangiare senza esagerare. Io ho installato sul coperchio del mio acquario un distributore automatico di mangime per discus (pesci anch'essi carnivori) composto di piccoli granuli che va benissimo anche per i piranha. Oltre al mangime liofilizzato somministro loro pollo, tacchino, coniglio, manzo, carne macinata e piccoli pesci da paranza, polpo, sgombri etc….
Sarebbe meglio non dare derivati di suino come wurstel e salsicce perché sono molto grassi per loro e salame o prosciutto perché sono salati. Vi sconsiglio anche di dare avanzi cotti ai vostri piranha perché tanto non li mangeranno. Ricordatevi sempre di levare le ossa o le lische perché ingerite possono soffocarli o incastrarsi fra i denti e provocare infezioni.

I piranha sono pesci abbastanza facili da tenere e,dopo qualche tempo,riconoscono il padrone come colui che butta in acqua un bel pezzetto di carne e appena vi avvicinerete al vetro tutti staranno lì ad aspettare con la bocca aperta. Quindi vi auguro un buon allevamento e…..occhio alle dita!



Elenco schede