Elenco schede


Il Clamidosauro

Scheda di Carlo Bellinvia

esemplare giovane Il Clamidosauro (Chlamydosaurus kingi) è un sauro straordinario. Nei documentari che ho visto, quando, spaventato, spalanca la bocca e il clamide, quella particolare membrana che avvolge la testa, svela uno dei segreti più affascinanti della natura e dell'evoluzione. Beh... non è che questo sistema funzioni sempre e spesso i predatori non si rivelano proprio terrorizzati da quest'arma segreta! E allora fugge velocemente zompettando sulle gambe posteriori...

Habitat: questa simpatica lucertolona diurna è originaria delle zone rocciose e semi desertiche dell'Australia del nord, Papua Nuova Guinea e della Tasmania. Passa praticamente tutto il tempo sui rami e per muoversi spicca prodigiosi salti da un ramo all'altro... è insomma un atleta.

Caratteristiche: appartiene al sott'ordine dei Sauri, famiglia delle Agaminae, sottofamiglia delle Agamidae. Il maschio raggiunge anche il metro di lunghezza, compresa la coda, le femmine sono più piccole ed hanno un clamide meno evidente in termini di colori e di ampiezza. Nel maschio il clamide ha colori che variano dal giallo al rosso dall'arancio al marrone. Il clamide puo' arrivare a misurare piu' di 30 cm di diametro. Normalmente il clamide rimane chiuso sulle spalle dell' animale, in caso di minaccia il rettile si alza sulle zampe posteriori per aprirlo a ventaglio e apparire sicuramente più alto e minaccioso; contemporaneamente emette un soffio intimidatorio. Tuttavia è solo apparenza perchè il nostro amico è tutt'altro che cuordileone. La vita media è di 10 anni circa.

Terrario: una coppia adulta necessita di un terrario abbastanza capiente 180 X 60 X 90 cm : è un animale molto attivo. Di giorno la temperatura deve essere mantenuta tra i 26-30° C, creando una zona più calda (basking) che raggiunga i 31-36° C. Bisogna stare molto attenti a questo aspetto: il clamidosauro teme gli sbalzi di temperatura. Durante la notte non deve scendere sotto i 22-23° C. Essendo originario di climi semi-desertici l'umidità non deve essere troppo elevata: il 20 % è l'ideale. Tenetelo sotto le lampade per almeno dodici ore. La ciotola con l'acqua va tenuta sempre pulita; capita che la usino per abbeverarsi, ma può anche essere scambiata per un WC.
Attenzione al fissaggio dell'arredamento e a fornire un'adeguata ventilazione. Come arredamento posizionate delle radici di mangrovie per permettere a questi rettili di 'crogiolarsi al sole', ma anche piante possibilmente non tossiche (purtroppo spesso saranno danneggiate)... Per il fondo va bene un comune tappetino in erba sintetica: meglio non confidare nella sabbia che, oltre a essere oggettivamente difficile da pulire, può causare occlusioni intestinali in caso di ingestione.

Alimentazione: il Clamidosauro deve essere alimentato nelle ore più calde, quando la temperatura nel terrario ha raggiunto il massimo livello: come in natura infatti questo è il suo periodo di massima attività. La nostra lucertola è un animale insettivoro, in natura mangia anche piccoli sauri e gechi, in cattività gli somministreremo grilli, locuste, blatte, kaimani, camole e tutto quello che riusciamo a reperire; ricordatevi comunque di spolverare gli insetti con abbondante calcio ed adeguate vitamine, il tutto in polvere. Se volete potrete anche dargli in pasto topolini. A testimonianza della loro relativa varietà di alimentazione possono anche essere alimentati con uova, naturalmente non solo con quello! Anzi una dieta varia è garanzia di buona salute per i vostri "draghi dal collare".

In cattività: si tratta di un rettile relativamente tranquillo. E' docile se allevato da piccolo, se acquistate esemplari già adulti accertatevi del loro carattere, possono mordere e fare male.
Per quanto riguarda l'acquisto, questo sauro non è sempre accessibile a tutte le tasche ed è sempre problematico reperire informazioni a riguardo. In cattività è sicuramente un rettile spettacolare, non è però un animale domestico. Quindi non ama essere maneggiato e dovete rispettare questa sua esigenza per non farlo incorrere in pericolosi attacchi di stress. Far convivere due o più maschi non è un'esperienza raccomandabile a causa dell'elevata territorialità, altro motivo della clamide così pronunciata.



Elenco schede